CIAI

I territori della sostenibilità

Vogliamo un mondo in cui nessun bambino si senta solo e ciascuno possa crescere felice. Questa è la nostra visione, il mondo è il nostro territorio di riferimento. Siamo presenti in diversi Paesi: Italia, Colombia, Costa d’Avorio, Burkina Faso, Etiopia, Afghanistan, India, Thailandia, Cina, Vietnam e Cambogia.

 

CIAI dal 1968 si prende cura di ogni bambino solo, con professionalità e amore “come se fosse un figlio”. Sia per l’adozione che la cooperazione, infatti, ci impegniamo ad assicurare ad ogni bambino lo stesso sguardo articolato che un genitore ha per suo figlio. È uno sguardo complessivo sui bisogni che si traduce in azioni mirate non solo dirette al bambino ma anche agli attori strategici che possono attivare la dinamica del cambiamento; famiglia, comunità e istituzioni. Orientiamo le nostre azioni lungo tre percorsi: protezione, inclusione e benessere con un unico obiettivo “mai più bambini soli”.





Ragazzi Harraga – un modello di inclusione di minori migranti soli nella città di Palermo

In nord Africa “harraga” significa “colui che brucia”, chi rischia tutto pur di migrare. Ecco perché si dice che il migrante ‘brucia le frontiere’. Ragazzi Harraga è un progetto di CIAI nato nel 2016 in collaborazione con un’alleanza di soggetti del terzo settore e del pubblico per rispondere ai bisogni dei minori stranieri non accompagnati accolti nella città di Palermo. Abbiamo da sempre visto il fenomeno migratorio come un’opportunità per contribuire a costruire una comunità più inclusiva, sostenibile e solidale. Il progetto ha coinvolto 400 ragazzi e ragazze migranti soli offrendo loro servizi di accoglienza, formazione e orientamento al lavoro, tirocini in aziende siciliane, soluzioni abitative, tra cui Casa Santa Chiara. La casa ristrutturata, nel quartiere di Ballarò, che è diventata abitazione per i giovani e foresteria per turisti, gestita proprio da alcuni ragazzi harraga. Ragazzi Harraga ha adottato un modello di accompagnamento e di inserimento sociale e lavorativo di successo che vede protagonisti diversi interlocutori: aziende locali, un’agenzia per il lavoro (Send), i tutori per l’accompagnamento al lavoro, le istituzioni e le autorità locali. I risultati sono stati molto buoni: 80 ragazzi hanno svolto un tirocinio lavorativo, 21 di questi hanno poi trovato un lavoro dopo il tirocinio. Diverse aziende si sono rese disponibili a sostenere i costi dei tirocini, e altre hanno chiesto la proroga dei tirocini a proprie spese. Piccoli numeri che fanno la differenza nella vita di questi ragazzi. Una rete che si è mobilitata per accogliere e includere i ragazzi, una collaborazione tra profit e no profit che rappresenta un modello di successo.

Le testimonianze dei protagonisti di Ragazzi Harraga

Bilanci e rapporti di attività di CIAI

“Nessun bambino dovrebbe sentirsi solo” – video istituzionale CIAI

“A Palermo i ragazzi Harraga bruciano le tappe dell’integrazione” – articolo e video realizzato da Vita