DNV GL

La nostra rotta della sostenibilità

Proteggere l’impresa e creare valore per gli stakeholder attraverso gli acquisti sostenibili (sustainable procurement).

 

Con l’obiettivo di salvaguardare la vita, la proprietà e l’ambiente, DNV GL consente alle organizzazioni di incrementare la sicurezza e la sostenibilità delle proprie attività. Leader per i servizi di classificazione, certificazione, verifica e formazione, DNV GL opera oggi a livello globale. Con origini nel 1864, è presente in oltre 100 Paesi con 12.700 professionisti impegnati ad aiutare i propri clienti a rendere il mondo più sicuro, più intelligente e più verde.



 

Dare valore al procurement grazie alla sostenibilità

L’approvvigionamento di beni di ogni genere ricopre un ruolo importante in qualsiasi organizzazione, grande o piccola. Garantire che i fornitori da cui ci si rifornisce abbiano solide pratiche di sostenibilità (dalle condizioni di lavoro delle persone, alla gestione dei rischi fino all’impatto ambientale) può davvero far funzionare meglio le imprese, ma anche migliorare la vita di tutti coloro che si trovano all’interno delle comunità coinvolte. Gli acquisti sostenibili (sustainable procurement) richiedono decisioni capaci di soddisfare le esigenze di un’organizzazione in un modo che ne possa beneficiare non solo l’azienda ma anche la società nel suo complesso e l’ambiente. Ciò implica che i fornitori di un’azienda si comportino eticamente, che i prodotti e servizi acquistati siano sostenibili e che le decisioni di acquisto contribuiscano ad affrontare problemi sociali, economici e ambientali. Le stesse organizzazioni traggono grande vantaggio dal conoscere i propri fornitori. I rischi del non comprendere e non gestire la catena di approvvigionamento, infatti, sono grandi. Nella migliore delle ipotesi, si arriva a prodotti di scarsa qualità o ad interruzioni di rifornimento. Nel peggiore dei casi, possono accadere disastri e crisi reputazionali. Gli acquisti sostenibili aiutano invece a ridurre tali rischi, incoraggiando acquirenti e fornitori a lavorare in stretta collaborazione per ottenere il risultato migliore per tutti. Uno dei punti cruciali è estendere questo approccio a tutto il ciclo di vita del prodotto approvigionato, e di conseguenza a tutta la filiera di fornitura, anche oltre il “primo tier” in rapporto diretto con l’ufficio acquisti: oggi, in uno scenario di filiere sempre più complesse e delocalizzate, le pratiche più pericolose si annidano spesso proprio in quelle aree “grigie” della filiera, lontane dal cliente finale e difficilmente controllabili.