eAmbiente

I territori della sostenibilità

Ex aree industriali, siti contaminati, terre da bonificare, laguna fragile: sono i territori a cui dare nuova vita quelli in cui opera eAmbiente Group. E la sede è, non a caso, al Vega di Porto Marghera, cuore pulsante delle attività produttive veneziane e nuovo polo per start up e innovazione. Un luogo un tempo sfinito, oggi segno di sostenibilità e… speranza.

 

eAmbiente è una società di ingegneria e consulenza ambientale fondata da Gabriella Chiellino, ormai quasi 20 anni fa, al Parco Scientifico e Tecnologico Vega di Venezia e attiva oggi in Italia e in Europa. Tra i suoi obiettivi principali c’è la volontà di ridurre e gestire l’impatto ambientale: per raggiungerlo affianca enti, imprese e territorio per trovare soluzioni tecniche e gestionali sostenibili sotto il profilo ambientale, sociale ed economico. Si occupa di valutazione e riqualificazione ambientale, di sistemi di gestione, di bonifiche, monitoraggi e modellistica, di gestione delle risorse energetiche, di certificazioni, economia circolare e governance d’impresa.
Per eAmbiente Group la sfida è trovare sempre la soluzione più adatta per minimizzare gli impatti e massimizzare il risparmio: con il suo team – giovane, dinamico, professionale e in continuo aggiornamento – individua risposte e modelli finanziari che permettono ai propri clienti di realizzare progetti di efficientamento energetico ed aziendale.



Green Lido: per un turismo sostenibile e responsabile

Rilanciare una delle mete balneari più ambite, almeno fino al secolo scorso. Mettere a sistema le offerte green del settore per sviluppare un turismo locale responsabile e di qualità. Ma anche promuovere il patrimonio del territorio, evidenziarne le eccellenze e diffondere una sensibilità green. Sono tanti gli obiettivi del progetto Green Lido che il Consorzio Venezia e il Suo Lido sta realizzando grazie alla collaborazione con eAmbiente Group, suo partner operativo.
Un progetto partito ormai più di un anno e mezzo fa con la firma della “Carta del Green Lido”, un protocollo per l’attribuzione del marchio ambientale – sottoscritto il 26 gennaio 2018 dal Ministero dell’Ambiente, dal Comune di Venezia, da Confindustria Venezia-Rovigo e dal Consorzio stesso – che impegna tutte le aziende aderenti a intraprendere, su base volontaria, un percorso virtuoso di sviluppo economico e sociale. Un marchio che certifica l’ecosostenibilità delle strutture ricettive e turistiche e che applica target misurabili di riduzione degli impatti.
Tanti i fronti su cui stanno lavorando Consorzio ed eAmbiente: la gestione dei rifiuti (riduzione, riciclo e riutilizzo), la produzione energetica da fonti rinnovabili, la riqualificazione energetica delle strutture ricettive, la mobilità green (mezzi elettrici, bike sharing e cicloturismo), le attività sportive all’aria aperta e la ristorazione a chilometro zero.
Un progetto che procede spedito: a maggio 2019 il 35% degli aderenti era già operativo. Facendo propri i goals dello sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030, il progetto Green Lido, partito dal proprio patrimonio territoriale, ha saputo far sistema e sviluppare un piano d’azione per coinvolgere tutti: cittadini, imprese, associazioni e turisti. Solo così si garantisce uno sviluppo locale – economico e turistico – sostenibile e responsabile.

Progetto Green Lido
Progetto Mondiali di Sci Cortina 2021
Il contatore ambientale