Eliante

I territori della sostenibilità

In questi anni abbiamo ideato, realizzato e replicato esperienze basate sulla costruzione di una relazione positiva ed empatica tra le attività umane, le altre specie e gli habitat naturali, con l’obiettivo di tutelare l’ambiente, conservare la biodiversità e garantire il benessere umano. La nostra azione si fonda sull’idea di un futuro di convivenza e coesistenza e per questo lavoriamo per diffondere nelle comunità e nelle organizzazioni una consapevolezza ambientale sempre più concreta, fatta di esperienze in grado di far praticare ogni giorno questa convivenza.

 

Eliante è una cooperativa sociale che opera in campo ambientale, con una pluriennale esperienza in materia di conservazione della biodiversità, dell’ecologia urbana, dell’educazione ambientale e dell’ efficienza energetica. La nostra mission è tutelare la biodiversità e le risorse naturali, promuovendo modelli di coesistenza con le attività umane. Lavoriamo con un approccio interdisciplinare e di rete, ponendo grande attenzione all’innovazione e alle attività di coinvolgimento di tutti gli stakeholders.


Vigneti e Natura in Oltrepò, realizzato da Eliante e Fondazione Lombardia per l’Ambiente, nell’ambito del progetto Oltrepò Biodiverso, cofinanziato dal programma Attivare di Fondazione Cariplo

Terra caratterizzata da ottimi vini e da elevati valori naturalistici, l’Oltrepò pavese presenta ancora oggi un mosaico di ambienti diversificati, ricchissimi di biodiversità. In un territorio caratterizzato da un così alto valore ambientale e da un’antica tradizione agricola, creare consapevolezza sulle interazioni esistenti tra sistemi di coltivazione e conservazione della biodiversità è un obiettivo cruciale per il futuro. Abbiamo così dato vita ad una rete di aziende che, aderendo ad un protocollo di gestione dei vigneti, sperimentano pratiche agricole per la biodiversità. L’intento è conciliare una produzione vinicola di valore con la tutela degli habitat, nella convinzione che la qualità del prodotto sia figlia di un territorio sano e riconoscibile. Il progetto è partito nel 2015 con un censimento su due target: uccelli e farfalle. L’analisi statistica ha indagato la relazione tra la presenza delle specie e le caratteristiche del vigneto, mettendo in luce che i vigneti esercitano una sorta di effetto barriera: le specie presenti in vigneto sono attratte da altri ambienti, dove trovano cibo o siti di nidificazione. In accordo con le aziende, abbiamo definito un protocollo per il mantenimento di tali ambienti: prati, arbusteti, alberi isolati, sfalcio alternato. Coniugare l’approccio scientifico con il coinvolgimento del mondo economico è cruciale, perchè solo dall’incontro di questi due mondi è possibile ottenere risultati duraturi. Ed è facendo crescere una consapevolezza diffusa sul valore ambientale di questa parte di Appennino che la sua difesa diventerà un obiettivo sempre più condiviso. Per questo abbiamo ideato un logo che parli di noi, un uccellino stilizzato a grappolo d’uva ad indicare il connubio su cui si fonda la nostra mission. È così che Vigneti e Natura vuole raccontare questa storia a tutti coloro che vogliono farne esperienza, anche attraverso itinerari inediti rivolti agli appassionati di vino e natura che desiderino toccare con mano questo incredibile legame.

Vigneti e natura in Oltrepò
Progetto Pasturs – Facilitare la convivenza tra grandi carnivori e pastori
Centro di educazione ambientale del Parco Monte Barro – Promozione ambientale e culturale