FS Italiane

I territori della sostenibilità

FS Italiane lavora per rendere in Italia la mobilità collettiva e condivisa sempre più integrata e sostenibile. Il Piano industriale 2019-2023 prevede 90mln di passeggeri in più all’anno sui treni. Presenza che consentirà di ridurre le emissioni di CO2 (-600 mln di kg) in seguito alla diminuzione di auto private sulla strada (-400mila). Nel settore merci e logistica, il servizio Fast del Polo Mercitalia permetterà di ridurre fino all’80% le emissioni di CO2 rispetto al trasporto su gomma.

 

FS Italiane è il principale player del trasporto in Italia. Il Piano industriale 2019-2023 prevede 58 mld di investimenti per contribuire al rafforzamento del Paese sostenendo lo sviluppo e il rinnovo dei settori trasporto, infrastruttura, logistica e turismo. Il Gruppo ha circa 83mila dipendenti che gestiscono, in Italia e nei Paesi europei in cui è presente, oltre 10mila treni e circa 200 mln bus/chilometro ogni giorno.





Più qualità della vita, più sostenibilità per il paese

FS Italiane lavora per rendere la mobilità collettiva in Italia sempre più integrata e sostenibile. L’introduzione e lo sviluppo dell’alta velocità ferroviaria, di cui quest’anno ricorrono i 10 anni di attività, ha già contribuito a ridurre le emissioni di CO2 nell’atmosfera. Il Piano industriale 2019-2023 prevede, a fronte di una crescita di 90 milioni di passeggeri in più all’anno sui treni, meno 600 milioni di chilogrammi di CO2 e meno 400mila auto sulle strade. Inoltre, il Frecciarossa 1000 è il primo treno alta velocità ad aver ottenuto la certificazione di impatto ambientale ed è costruito con materiali la cui percentuale di riciclabilità è vicina al 100%. Sul fronte del trasporto regionale, i nuovi treni Rock e Pop sono riciclabili fino al 97%, con una riduzione del 30% dei consumi energetici rispetto ai convogli precedenti. FS Italiane è impegnata nello sviluppo green anche dal punto di vista finanziario. Il Gruppo, infatti, è stato il primo operatore ferroviario mondiale a sottoscrivere green bond per l’acquisto dei nuovi treni sia regionali Rock e Pop sia per l’alta velocità. Dal punto di vista della sostenibilità sociale, FS Italiane lavora per rendere le stazioni hub della mobilità integrata in grado di rispondere sempre di più alle esigenze quotidiane delle persone. Veri e propri spazi di condivisione per favorire la promozione del territorio, contribuire allo sviluppo di progetti per la tutela dell’ambiente, valorizzare le opportunità turistiche e diffondere le buone pratiche sulla mobilità sostenibile Per favorire la mobilità e la fruizione dei servizi, il Gruppo è anche impegnato nella progressiva eliminazione delle barriere architettoniche e nell’offerta di servizi di assistenza alle persone a ridotta mobilità.

Piano industriale 2019-2023
Sostenibilità
Rapporto di sostenibilità