GreenRouter

La nostra rotta verso la sostenibilità

GreenRouter intende diventare partner strategico delle aziende, supportandole nella misurazione e riduzione del proprio impatto climatico, per rientrare negli obiettivi stabiliti con la COP21.

 

green router_logo

GreenRouter è una start up innovativa in ambito Green Logistics, che persegue l’obiettivo di rendere la misurazione dell’impronta climatica una prassi consolidata sul territorio nazionale e non. Abbiamo sviluppato il primo tool manageriale per la misura dell’impatto climatico nella logistica, che permette di valutare e misurare la Carbon Footprint aziendale e suggerisce strategie atte a minimizzare le emissioni nella Supply Chain, simulandone l’impatto.

 

Misurare l’impronta climatica della Supply Chain

È stata avviata a partire dal 2016 la collaborazione tra GreenRouter e Conad nel progetto di valutazione dell’impronta ambientale, in particolare per la misurazione delle emissioni di CO2 e delle attività delle cooperative associate oltre alla sede centrale di Bologna. Il progetto è partito dalla misurazione delle emissioni di CO2 e PMx nella Supply Chain di Conad, che si articola in oltre 30 piattaforme e magazzini sul territorio italiano, che riforniscono regolarmente gli oltre 3000 punti vendita. La misurazione ha avuto come riferimento l’anno 2014, a partire dal quale sono state evidenziate le numerose iniziative, già avviate, con lo scopo di ridurre le emissioni: utilizzo di mezzi di trasporto pesanti a gas naturale liquefatto, centralizzazione dei flussi dei fornitori a marchio Conad, ottimizzazione dei trasporti verso i punti vendita, ecc. Dal 2017 sono stati inclusi nell’analisi i consumi e le emissioni dei magazzini. “Abbiamo intenzione di misurarci con la dimensione ambientale in modo strutturale, così come chiedono i nostri consumatori, – dichiara Andrea Mantelli, Direttore Supply Chain di Conad – creando i presupposti per una gestione continua delle performance di emissione, esattamente come oggi i nostri manager gestiscono i parametri di costo, qualità e servizio. Dopo la conferenza COP 21 di Parigi non vi sono più alibi: occorre attrezzarsi ed agire per contenere il riscaldamento globale entro i 2°C”.”Abbiamo creato una piattaforma innovativa che supporta concretamente i Manager – afferma il CEO di GreenRouter Andrea Fossa – permettendo di simulare l’impatto di varie scelte lungo la catena distributiva sino all’analisi di scenario senza compromessi sulla qualità del risultato. La piena compatibilità con lo standard UNI EN 16258 sul calcolo delle missioni nel trasporto ne è la dimostrazione.”

Annual report Conad

Così misuriamo la Carbon Footprint

La Repubblica parla di noi

Il Sole24Ore parla di GreenRouter