Lidl Italia

I territori della sostenibilità

Come Azienda capillarmente diffusa in tutta Italia, siamo consapevoli del nostro ruolo nella società e desideriamo esserne parte attiva, con grande attenzione al territorio e alla comunità. Intendiamo offrire il nostro contributo non solo attraverso il lavoro quotidiano, ma anche mediante iniziative concrete.

 

Lidl è in Italia da 27 anni. Ad oggi, può contare su una rete di oltre 630 punti vendita e più di 16.000 collaboratori. Negli ultimi anni è stato compiuto un percorso di profondo rinnovamento dell’Insegna che ha previsto l’ammodernamento della rete e la completa revisione dell’assortimento con focus sul Made in Italy. L’Azienda si impegna ogni giorno per un agire sempre più sostenibile e punta a un miglioramento continuo dei processi per un risvolto positivo nei confronti di collaboratori, società e ambiente.





 

REset Plastic

Il Gruppo Schwarz, di cui Lidl Italia fa parte, è una delle più grandi realtà commerciali a livello internazionale che ha scelto di adottare un atteggiamento consapevole e responsabile nei confronti dell’ambiente. Con REset Plastic il gruppo ha sviluppato una strategia internazionale che si articola in 5 aree di azione: Ridurre, Riprogettare, Riciclare, Rimuovere e Ricerca. Con questo approccio la visione “Meno plastica – ciclo chiuso” può diventare realtà. Per Lidl Italia la strategia relativa alle aree di Riduzione, Riprogettazione e il Riciclo si traduce in due obiettivi concreti legati ai prodotti in vendita: il primo è di ridurre l’utilizzo di plastica di almeno il 20% entro il 2025. Un obiettivo concreto, che l’Azienda mira a raggiungere riprogettando packaging e repackaging delle proprie private label. Mentre il secondo è quello di rendere riciclabile il 100% degli imballaggi in plastica dei prodotti a marchio proprio. Come prima azione concreta la Catena ha introdotto stoviglie biodegradabili in fibra vegetale. Si tratta di soluzioni realizzate con materiali alternativi che Lidl Italia ha studiato in collaborazione con i propri fornitori per sostituire i prodotti monouso in plastica anticipando la normativa in materia. In una seconda fase l’Insegna eliminerà anche le posate e le cannucce in plastica presenti nei piatti pronti e nelle bevande to go, convertendole in versioni più sostenibili. Inoltre, l’approccio al riciclo si rispecchia anche nella gestione dei rifiuti. L’Azienda promuove infatti un processo virtuoso su tutto il territorio che prevede uno smaltimento dei rifiuti attento all’ambiente in tutte le proprie strutture. Materiali da imballaggio come le pellicole di plastica, carta, cartone e legno vengono raccolti e stoccati dai punti vendita e dai centri logistici per poi essere conferiti ad aziende specializzate del settore, allo scopo di riciclare quanto più possibile e contribuire attivamente alla riduzione del quantitativo di rifiuti da destinare allo smaltimento in discarica.

Politiche di Acquisto di LIDL Italia
Strategia REset Plastic del Gruppo Schwarz