Pirelli

La nostra rotta verso la sostenibilità

“La gestione sostenibile caratterizza i nostri prodotti e processi, in piena sintonia con le scelte più responsabili delle imprese internazionali attente ai cambiamenti in corso a livello globale” Marco Tronchetti Provera

 

Fondata nel 1872, Pirelli è tra i principali produttori mondiali di pneumatici e di servizi a questi collegati, focalizzata in particolare sul mercato dei pneumatici High Value, prodotti realizzati per raggiungere i massimi livelli in termini di prestazioni, sicurezza, silenziosità e aderenza al manto stradale. Con circa 30.000 dipendenti, 19 impianti produttivi ubicati in 13 Paesi, circa 14.600 punti vendita in oltre 160 Paesi, Pirelli produce pneumatici innovativi per auto, moto e biciclette, oltre che un portafoglio crescente di pneumatici che rispondono alle esigenze di applicazioni specifiche o di personalizzazione del consumatore come le oltre 2.600 omologazioni specifiche nate dalla stretta collaborazione con le case automobilistiche.





 

Mobilità sostenibile a Feira de Santana (Brasile)

La mobilità oggi è un elemento essenziale della nostra vita, ma, per diventare veramente sostenibile, dovrà necessariamente risolvere alcuni dei problemi che costituiscono già oggi una sfida per tutto il mondo automotive e non solo: la massimizzazione della sicurezza stradale, il controllo delle emissioni nocive e la riduzione del traffico veicolare. Pirelli è già da tempo impegnata nello studio di questi fenomeni per comprenderne gli impatti sociali ed economici e contribuisce a trovare soluzioni alle nuove esigenze e bisogni dei cittadini. All’interno del WBCSD (World Business Council For Sustainable Development) Pirelli aderisce al progetto Simplify del WBCSD, che si è avvalso del supporto dell’Università di Gent e di esperti del settore e che prevede un tool che si basa su dati numerici normalmente disponibili nelle municipalità delle città, quali il numero di abitanti, il numero di auto e i chilometri di piste ciclabili. Dati che, unitamente al sondaggio on line della cittadinanza, permettono di calcolare 19 indicatori sullo stato della mobilità di una città e quindi di proporre soluzioni ad hoc ricavate dalle best practice disponibili a livello mondiale. L’efficacia dello strumento è confermata dai vari riconoscimenti ricevuti da diverse realtà internazionali, come l’Associazione Europea Ciclisti, la Road Union Indiana e la Commissione Europea, che ha deciso di adottare lo strumento per supportare, dal prossimo anno, 50 città europee. Nel corso di quest’anno invece, Pirelli, attraverso il WBCSD, sta supportando in tal senso la città di Feira de Santana, in Brasile, che, da Novembre 2017, è impegnata nel progetto. Nel corso dei primi mesi dell’anno infatti sono stati raccolti i dati numerici disponibili presso la municipalità, mentre da aprile a giugno è stato effettuato il sondaggio on line della cittadinanza. In questo periodo si stanno analizzando i 19 indicatori risultanti e valutando le possibili soluzioni da adottare per migliorare le aree più critiche. Queste soluzioni, insieme agli indicatori, saranno probabilmente proposte alla cittadinanza nel corso di un workshop da tenere entro dicembre , dove si porranno le basi su cui la città si muoverà nei prossimi anni verso una mobilità più sostenibile.