SOS Log

La nostra rotta verso la sostenibilità

La nostra visione di lungo periodo ci fa operare sulla tripletta – ambientale, sociale ed economica, perché vogliamo produrre effetti di sistema, includendo il consumatore e l’intera filiera.

 

Nel 2005 si è costituita, con sedi a Milano e Genova, SOSLOG – Associazione per la Logistica Sostenibile, con il proposito di aggregare imprese e cittadini per affrontare la sfida della sostenibilità – ambientale, sociale e economica. L’obiettivo è creare strumenti e iniziative per una Supply Chain “sostenibile” che dia soluzioni ai problemi di mobilità di merci e persone.
I soci sono aziende, professionisti della logistica, informatici, docenti universitari, innovatori, imprenditori.



Nasce il primo marchio di logistica sostenibile

SOSLOG e Lloyd’s Register hanno lanciato nel giugno 2017 il MARCHIO DI LOGISTICA SOSTENIBILE per riconoscere l’impegno delle imprese per una maggiore sostenibilità ambientale, economica e sociale (la “tripletta”) dei propri processi di logistica e supply chain.
Il MARCHIO aiuta il consumatore finale a sviluppare una maggiore consapevolezza nell’acquisto dei prodotti sia quando è davanti ad un banco di un supermercato sia mentre effettua un acquisto online.
Il MARCHIO introduce la sostenibilità economica e sociale per portare alla luce il valore della supply chain sostenibile per la persona, la comunità e l’impresa.
Il protocollo, cioè il percorso per ottenere il MARCHIO è personalizzato e volontario.
Il MARCHIO è comunicato ufficialmente sui propri mezzi, sui prodotti e su tutto il materiale promozionale; esso faciliterà i portatori di interesse nella valutazione della coerenza tra quanto viene dichiarato e quanto viene effettivamente fatto nei confronti della sostenibilità da parte delle imprese.
“Abbiamo raccolto oltre 10 anni di casi aziendali e lavorato per molti mesi insieme ad operatori nazionali ed internazionali” – ha commentato Daniele Testi, Presidente di SOSLOG – “per arrivare a sintetizzare un modello sulla base di 21 sfide di logistica sostenibile. La sfida va oltre l’ambiente per includere la persona con il suo lavoro e l’impresa con la sua motivata ricerca di profitto. Il protocollo di logistica sostenibile nasce in Italia e, per la prima volta, unisce tutti questi fattori alzando l’asticella verso una definizione di sostenibilità come leva per innovare, essere più efficienti e quindi più competitivi. Sarà un percorso complesso e molto lungo che potrà essere velocizzato da una nuova cultura nel consumatore finale che potrà riconoscere e valorizzare la differenza di un prodotto o servizio, non solo in base alla provenienza o alla modalità di produzione, ma anche considerando il processo logistico che ne ha determinato il ciclo di vita: dall’approvvigionamento al suo auspicabile riciclo o riuso finale.”

Audizione SOS LOG al Senato

I Protagonisti del convegno SOS Log 2017