Way2Global

I territori della sostenibilità

Entusiasta testimonial delle Benefit Corporation e del loro modello d’impresa futuribile e ibridata tra profit e non-profit, coesiva e integrata nel territorio e nelle comunità, che produce valore mettendo al centro le persone, ripensando l’intera catena di fornitura e sviluppando paradigmi di business più responsabile, Way2Global è impegnata a traguardare la leadership tecnologica in chiave di innovazione sociale investendo aggressivamente in ricerca , risorse umane e sviluppo.

 

Way2Global è il primo Language Service Provider al mondo nato come Benefit Corporation. Come da sua Unique Transformative Proposition “La traduzione che unisce il mondo”, promuove la traduzione professionale come leva di sostenibilità e inclusione oltre confini, lingue e culture, e usa il business per produrre beneficio comune e rendere il mondo un posto migliore. Digital Globalizer delle aziende che puntano ai mercati internazionali, Way2Global valorizza con il digitale contenuti e comunicazione del Made in Italy all’estero, oltre che, come alfiere globale, il modello di innovazione sociale tutto italiano che sono le Società Benefit.





Language Industry 4.0 – tra AI, reti neurali, società benefit e traduttori aumentati

Language Industry 4.0 è un progetto ambizioso che promuove l’uso della tecnologia digitale e dell’AI nel settore della localizzazione attraverso la co-progettazione di un nuovo modello di business, di una nuova politica industriale basata sulla condivisione di conoscenze e risorse tecnologiche, e sulla partnership win-win di tutti gli stakeholder (aziende, università e centri di ricerca, comunità di traduttori).

Il progetto esprime tutta l’anima di Benefit Corporation di Way2Global, nuova forma d’impresa ibridata a mezza via tra profit e non-profit, che agisce da avamposto di futuro per promuovere lo sviluppo del digitale nella Language Industry, trasformando però l’innovazione tecnologica in una leva di creazione di valore, impatto sociale e beneficio comune.

La Language Industry è un settore saturo di tecnologia, costituito per l’80% da IT, e dominato da oltre 200 diversi tool e tecnologie, che vede oggi i traduttori disorientati e incapaci di affrontare il cambiamento con scelte consapevoli, sprovvisti come sono di conoscenze, mezzi e dotazioni tecnico-finanziarie. Ma al pessimismo distopico alimentato da tali insicurezze e timori, che teorizza un futuro terroristico di “singolarità”, con la macchina che surclassa e rimpiazza il talento umano, Language Industry 4.0 risponde investendo Way2Global di una nuova funzione di mentor e guida del processo evolutivo.

Fine ultimo è quello di diffondere e condividere conoscenze e risorse, supportare il deployment delle nuove tecnologie, formare la community dei linguisti all’uso dei nuovi sistemi, creare un’alleanza inclusiva di tutti gli stakeholder per fare rete nel segno di totale apertura e alimentare la crescita in solido di tutto il settore. In linea con la tradizione Way2Global di Open Innovation (collaborazione con università, centri di eccellenza e di R&D), Technology Transfer (fattore abilitante all’impiego delle nuove tecnologie uso traduttori) e Capacity Building (formazione e training sui linguisti).

Way2Global – La B Corp che unisce il mondo
Inspiring Fifty, premiata la Founder & CEO di Way2Global Laura Gori
Language Industry 4.0
#STEMintheCity

 

I nostri progetti identitari