Yunus Social Business Centre University of Florence

La nostra rotta verso la sostenibilità

Oggi più che mai è necessario misurare i benefici prodotti dal Terzo Settore e dagli interventi di CSR per dimostrare come il valore generato faccia davvero la differenza nelle vite di molti.

 

Lo Yunus Social Business Centre University of Florence (YSBCUF) è il primo centro italiano accreditato dallo Yunus Centre di Dhaka (Bangladesh), fondato dal premio Nobel per la Pace Prof. Muhammad Yunus. Il centro lavora per divulgare le teorie del social business e offrire supporto strategico e operativo a chi vuole avviare un’impresa sociale. Lo YSBCUF è un soggetto non-profit: ogni profitto derivante dal suo operato viene reinvestito nelle sue attività.



Come rendicontare l’impatto sociale

Alla luce del recente processo di riforma, le organizzazioni del terzo settore sono sempre più chiamate a rendicontare e comunicare i risultati delle attività svolte in relazione alla propria missione e alle proprie responsabilità verso gli stakeholder e la comunità di riferimento. L’interesse per queste tematiche non è limitato solo al terzo settore, ma si estende anche oltre il campo del non profit, coinvolgendo istituti bancari e assicurativi per quanto concerne informazioni di carattere non finanziario. L’Università degli Studi di Firenze, in collaborazione con i ricercatori dello Yunus Social Business Centre, ha avviato un percorso per la Regione Toscana finalizzato alla definizione di un modello di valutazione dell’impatto sociale che prende le mosse da una revisione delle esperienze di valutazione più rilevanti e da un’attenta analisi di casi studio a livello regionale. Ne è emerso un modello flessibile, che prevede contenuti qualitativi, indicatori quantitativi e un percorso partecipativo all’interno dell’organizzazione su cui basare la selezione di questi ultimi e la definizione degli obiettivi di misurazione. Nel processo di identificazione degli indicatori si consiglia di ispirarsi agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs), secondo il principio per il quale solo lavorando su questi Obiettivi a livello locale è possibile raggiungere un cambiamento globale effettivo e misurabile. Si suggerisce a ciascuna organizzazione, fornendo esempi concreti, di prendere a riferimento i 17 Obiettivi per elaborare degli indicatori coerenti con gli SDGs e rispondenti alle attività e la struttura dell’organizzazione.