L’impegno per la moda sostenibile passa (anche) dalla chimica

2 ottobre 2018
16:00  -  18:00

In collaborazione con Blumine. 
Monitorare, ridurre, eliminare le sostanze chimiche tossiche usate nei processi produttivi, sostituirle con altre più sicure: la chimica green è finalmente entrata nel dibattito sulla moda sostenibile.
Ma per migliorare l’impatto ambientale delle lavorazioni e realizzare prodotti chimicamente sicuri è necessario investire in Ricerca e Sviluppo, condividere linguaggi e dati tecnici, operare sinergicamente con i diversi operatori della filiera: un nuovo modo di operare che le tecnologie digitali possono facilitare. È questo l’obiettivo del progetto F-Susy e del software di autodiagnosi per la sicurezza chimica di prodotti tessili e reflui.

Per informazioni e iscrizioni scrivere a contact@blumine.it

Partecipano

Textile Designer
Maglificio Ripa
Amministratore Delegato
Nekte
Coordinatore progetti di ricerca
ITACLAB
Presidente
Blumine
Co-fondatore
Blumine
Technolgies Advisor
ASSOMAC

Tipologia :