Organizzazioni emotive (creative e intelligenti) tra welfare aziendale, benessere, partecipazione e resilienza

2 ottobre 2019
11:00  -  11:30

Autore: Luciano Pilotti
Editore: McGraw Hill Italia

Il fattore strategico del futuro nella società della conoscenza, delle pratiche dei saperi e dei mondi digitali, è la qualità del capitale umano e delle relazioni che vi danno forma coordinata per il benessere delle persone e dell’organizzazione, non solo la disponibilità di materie prime o di tecnologie avanzate Obiettivo di questo contributo è di provare a fare luce su una evoluzione che, come vedremo, riporta la persona al centro dei processi, in particolare, guardando ai rapporti tra organizzazioni, digitalizzazione ed emozioni, per ricongiungere ciò che il fordismo aveva separato: macchine e uomo, intellettuale e manuale, mente corpo e coscienza, intelligenza ed operatività, decisione e azione, individuo e comunità, astratto e concreto.  Una trasformazione ormai necessaria delle organizzazioni per ricostruire un senso di appartenenza aziendale come bene comune che richiede forme “forti” di partecipazione diretta e indiretta alla generazione di valore per nuove forme di creatività al servizio di employeeship (“oltre” la leadership) per una crescita condivisa di un’impresa come “ecologia della prosperità” per una nuova “fioritura umana” nella smart organization. Investire sul benessere delle persone e delle organizzazioni per rilanciare crescita e produttività del paese.

Fasce orarie 2019 :
Tipologie 2019 :