programma culturale

il concept e i percorsi

Quali sono i territori dove nasce, cresce, si sviluppa la sostenibilità? Un viaggio lungo l’Italia alla scoperta di esperienze innovative e un percorso nei territori della mente, geografie del pensiero dove le idee nascono, crescono e si trasformano. Il territorio come spazio fisico da preservare e valorizzare ma anche come spazio ideale da coltivare perché la sostenibilità diventi un valore per tutti. Per fare rotta verso un futuro più responsabile.

Anche quest’anno il programma prevede eventi, seminari, workshop e presentazioni di libri alcuni di questi articolati in 6 percorsi.

 

1 ottobre 2019

 

ore 11-12
Corretta alimentazione e sostenibilità ambientale
Un’alimentazione sostenibile si basa sul consumo di cibo sano, buono, giusto perché prodotto in modo corretto: bassa impronta in termini di uso di suolo, energia e risorse idriche; attenzione alla conservazione della biodiversità e degli ecosistemi; rispetto dei diritti dei lavoratori. Una corretta alimentazione privilegia anche, quando possibile, prodotti locali e di stagione, valuta le conseguenze del cibo sulla salute, riduce ogni tipo di spreco. Nell’incontro si confronteranno alcune organizzazioni impegnate da tempo su questi temi.

ore 11-12
La plastica negli oceani: programmi, iniziative, impegni
Se non verranno prese decisioni radicali, entro il 2050 gli oceani ospiteranno più plastica che pesci. Secondo l’UNEP (United Nations Environment Programme) ogni anno negli oceani finiscono più di 8 milioni di tonnellate di plastica, che equivale a scaricare in mare un camion carico di plastica al minuto e a un costo di circa 8 miliardi di dollari in danni agli ecosistemi marini. Per rispondere a questa emergenza e dare un contributo alla lotta alla plastica molte imprese si sono attivate con iniziative concrete. Un incontro per conoscere programmi e confrontare esperienze innovative.

ore 11-12
Giovani e mondo del lavoro: come orientarsi?
Incontro dedicato alle scuole superiori
Un incontro di orientamento dedicato ai più giovani che prevede la presentazione di strumenti utili agli studenti nella fase di scelta dell’università e l’indicazione di quali sono i laureati più ricercati dal mondo delle imprese. Con un focus sul futuro del mercato del lavoro e su come l’intelligenza artificiale impatterà su tutte le professioni di domani.

ore 11-13
Green supply chain: coinvolgere i fornitori nelle strategie aziendali
SEMINARIO (alleanze collaborative)
Il passaggio da azioni tattiche a un approccio strategico nella gestione della catena di fornitura porta importanti risultati. L’attenzione si sposta dal singolo prodotto o processo alla revisione del sistema di relazioni con fornitori, partner commerciali, altri attori che concorrono alla creazione di valore e contribuiscono a minimizzare gli impatti ambientale. Saranno presentati alcuni esempi di alleanze collaborative che portano risultati positivi per tutti.

ore 11-13
Sostenibilità e governance: il board in primo piano
SEMINARIO (immaginari inattesi)
Quando la CSR arriva a coinvolgere il Consiglio di Amministrazione significa che è entrata a pieno titolo nelle strategie aziendali modificando anche la governance dell’organizzazione. Nel seminario si affronteranno diversi aspetti: dalla pianificazione della di strategie di sostenibilità alla definizione degli strumenti di misurazione, dalla condivisione interna alle opportunità e criticità quando si comunica l’impegno sociale e ambientale.

ore 11-13
La logistica del futuro? Tecnologica e sostenibile
SEMINARIO (tecnologia e innovazione)
La domanda di trasporto al 2050 sarà di tre volte quella attuale e rappresenterà oltre il 50% delle emissioni di CO2. Per rientrare negli obiettivi dell’Accordo di Parigi, l’intensità carbonica del trasporto dovrà ridursi dell’84%. È in questo sfidante scenario che le imprese misurano gli effetti della logistica sul clima per prendere decisioni consapevoli e sostenibili sempre più rilevanti anche dal punto di vista strategico. Molto spesso soluzioni tecnologiche e organizzative che rendono più sostenibile la logistica, ne diminuiscono i costi e migliorano la relazione con gli stakeholder.

ore 14-15
Blockchain e filiere sostenibili
EVENTO (tecnologia e innovazione)
Trasparenza, collaborazione, innovazione: la tecnologia blockchain sta cambiando il mondo della manifattura ma anche quello dei servizi. Un incontro per conoscere alcune esperienze interessanti e comprendere meglio le potenzialità di questa infrastruttura di collegamento che consente la disintermediazione. Un’occasione per approfondire come questa trasformazione che coinvolge diversi attori sociali contribuisce in modo nuovo alla costruzione del valore.

ore 14-15
Ingaggiare gli stakeholder del territorio: esperienze a confronto
Incontro riservato alle reti d’impresa
In questi anni sono cresciute le reti di imprese e i network multistakeholder che operano in diversi territori. Come nelle precedenti edizioni, il Salone rappresenta per queste reti un’occasione di incontro per fare il punto sulle attività realizzate e sui programmi futuri. Nel 2019 il focus sarà sulle modalità migliori per coinvolgere gli altri attori locali: dalle associazioni di categoria ai sindacati, dalle scuole alle università.

ore 14-15.30
Circular, Smart, Healthy Cities
Le città diventano sempre più centrali per lo sviluppo sostenibile. Come ci ricorda l’obiettivo 11 dell’Agenda 2030 (“Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili”) le città sono i luoghi dove sperimentare politiche innovative. Oggi occupano solo il 2,6% della superficie terrestre ma accentrano il 70% del PIL mondiale e più del 50% della popolazione, usano il 75% delle risorse naturali e producono circa il 70% delle emissioni di gas serra. Al 2050 si stima ospiteranno più del 60% della popolazione. Oltre che per dimensione, in proporzione le città cresceranno in termini economici: nel 2025, da sole le 600 città più popolose produrranno il 65% del PIL.
Nel seminario si discuterà dei rischi e delle opportunità di questa accelerazione.

ore 15-16
Profit – non profit: la co progettazione per generare valore condiviso
WORKSHOP (alleanze collaborative)
Il rapporto tra profit e non profit va oltre la donazione o il sostegno economico: un’alleanza collaborativa tra questi due mondi migliora la consapevolezza del valore che la partnership porta in termini di sviluppo e reputazione per tutti gli attori coinvolti, a più livelli interni ed esterni. Il workshop propone un approccio nuovo alla co-progettazione di iniziative di valore sociale.

ore 15-16
Salute e benessere dei collaboratori, un obiettivo condiviso
Il benessere delle persone è al centro dell’interesse dei molti attori sociali in una logica che premia, sempre di più la collaborazione: le imprese perché l’ambiente lavorativo è il setting privilegiato per la promozione della salute, le aziende sanitarie che investono in programmi di prevenzione, gli enti del Terzo Settore che collaborano nella progettazione e realizzazione di iniziative finalizzate anche all’assistenza e al sostegno delle persone con fragilità. Nel seminario, che affronterà anche il tema della sicurezza e prevenzione sui luoghi di lavoro, saranno presentate alcune esperienze innovative realizzate da diversi attori sociali.

ore 15-16.30
Ristretti orizzonti: esperienze dal carcere
EVENTO (immaginari inattesi)
Diventa sempre più importante l’impegno delle imprese e delle organizzazioni non profit per rendere il carcere non solo un luogo di punizione ma anche un’occasione di recupero delle persone. Grazie all’attività nelle carceri dei diversi attori si favorisce il reinserimento nella società e si producono esternalità positive. Nell’incontro saranno presentate alcune esperienze realizzate da organizzazioni che operano da tempo nei luoghi di detenzione per favorire processi di cambiamento e di inclusione sociale.

ore 16-17
La sostenibilità nel settore tessile
Il Tessile-Abbigliamento-Moda è un settore di grande importanza economica per l’Italia (terzo del manifatturiero nazionale). Anche per questo è necessario rendere più sostenibile questa filiera: le produzioni tessili sono infatti caratterizzate da processi impattanti dal punto di vista ambientale, soprattutto in termini di consumo di risorse (in particolare acqua ed energia) e di utilizzo di prodotti chimici. Nell’incontro vengono presentati alcuni esempi interessanti in termini di innovazione e sostenibilità.

ore 16.30-18
Quando l’alleanza è strategica
EVENTO (alleanze collaborative)
La collaborazione tra soggetti diversi, che non sempre necessita di un accordo formale, può prevedere la condivisione di risorse, rischi e risultati in diverse fasi: dalla progettazione alla realizzazione di un’iniziativa. Nell’incontro vengono presentati esempi diversi di collaborazione tra organizzazioni private, pubbliche, profit, non profit con un focus dedicato alla gestione dei beni comuni.

ore 17-18
Moda e attenzione dei consumatori
Il settore della moda cerca di rispondere alle richieste di un mercato che chiede alle imprese maggiore responsabilità. Sono sempre di più le persone che pensano che i marchi di abbigliamento debbano assumersi la responsabilità di ciò che avviene nelle loro catene di produzione e distribuzione e garantire che i loro articoli siano prodotti in maniera ecosostenibile. Alcune delle risposte alle domande del mercato passano anche dal cambiamento dei modelli organizzativi delle imprese che, a fronte ad esempio dell’e-commerce, stanno ripensando la propria attività in un’ottica “just in time”. Cambiamenti che non riguardano solo la distribuzione ma che investono spesso anche i processi produttivi di diversi componenti della filiera.

 

2 ottobre 2019

ore 10-11
Green Jobs: costruire il futuro con la formazione e il lavoro
Evento dedicato agli studenti delle scuole superiori
Migliaia di studenti di tutto il mondo protestano per affermare il diritto al futuro. Ma il sistema economico e sociale non può modificarsi senza un approccio che ha le sue radici nella formazione e nel lavoro. L’incontro presenta i Green Jobs e mostra le opportunità che il cambiamento verso la sostenibilità può offrire.

ore 11-13
SCRUM: un approccio nuovo e dinamico al project-based learning
Scrum è una metodologia utilizzata in ambito informatico per sviluppare software e prodotti complessi. Il metodo è così efficace e chiaro che le aziende lo hanno inserito nel processo di gestione dei progetti. In questo laboratorio gli studenti potranno sperimentarlo per far crescere le loro competenze, per imparare ad analizzare il problema, individuare le attività, classificarle per priorità e sviluppare timebox per completare il progetto.

ore 11.30-13.30
Arte, economia, impresa: investire in cultura conviene
SEMINARIO (contaminazioni culturali)
Quanto rende investire in cultura? Quali sono gli strumenti per valutare i ritorni per l’ente culturale ma anche per il territorio? Qual è il ruolo che possono avere le imprese che investono in strategie di CSR? La valutazione di un progetto culturale è complessa ma è può essere uno strumento per sostenere le ragioni per cui per un’impresa è importante investire in cultura. Nell’incontro si approfondiranno le motivazioni che portano a una reale “contaminazione” tra il mondo dell’impresa e quello degli enti culturali. Non solo. Si esplorerà anche il tema della collaborazione e del fare rete (dalla coprogettazione al crowdfunding) quali elementi abilitanti per valorizzare, recuperare e realizzare progetti culturali.

ore 11.30-13.30
Brand e sostenibilità: il valore degli intangibili
SEMINARIO (capitale umano e relazionale)
La comunicazione è strumento di cambiamento utile per far crescere la cultura della sostenibilità sia all’interno delle organizzazioni sia nel mercato: anche per questo sempre più imprese introducano valori sociali nelle loro campagne commerciali. Una riflessione articolata con testimonianza di imprese che hanno fatto della sostenibilità una scelta strategica, anche in comunicazione.

ore 14-15
Cross-fertilisation tra profit e non profit
EVENTO (contaminazioni culturali)
Avviare e gestire una collaborazione di successo, in particolare tra profit e non profit, richiede un percorso di confronto e scambio. Si parla di fertilizzazione incrociata (cross-fertilization) quando la collaborazione porta risultati positivi per i soggetti coinvolti. Dal confronto tra alcune esperienze emergeranno utili indicazioni per impostare partnership innovative in grado di portare risultati positivi per tutti.

ore 14-15
Climate Change: il ruolo delle imprese
EVENTO (territori e capitale naturale)
Il Climate Change è una questione globale che vede in prima linea soprattutto le imprese impegnate in un percorso verso la sostenibilità. L’azione di governi e istituzioni è lenta mentre la lotta al cambiamento climatico richiede decisioni rapide e radicali. Per questo il ruolo delle imprese diventa sempre più importante: dalle attività per la riduzione delle emissioni alla scelta di nuovi modelli di gestione del rischio climatico. Nell’incontro si confronteranno alcune organizzazioni che hanno scelto di investire per rendere l’economia più sostenibile.

ore 14-15
Come costruire un risk based approach sui diritti umani
Un workshop che ha l’obiettivo di accompagnare concretamente le organizzazioni nella realizzazione di una due diligence sui diritti umani mostrando passo dopo passo come poter sviluppare/implementare la propria HRDD. Durante l’incontro si potrà capire come mappare i rischi, coinvolgere correttamente i propri stakeholder e costruire delle azioni correttive efficaci.

ore 14-15.30
Economia circolare, dal riutilizzo alla lotta allo spreco
Ripensare il modello di sviluppo diventa sempre più urgente: anche per questo un numero crescente di imprese ha posto al centro dell’attenzione il riutilizzo, il consumo responsabile, la riduzione degli sprechi, la diminuzione dei rifiuti durante tutto il ciclo produttivo. Un incontro per presentare i risultati ottenuti da imprese di ogni dimensione grazie a tecnologie e materiali innovativi.

Ore 16-18
Areté, comunicazione responsabile e intelligenza artificiale
Il premio Areté dedicato alla comunicazione responsabile è giunto alla quindicesima edizione. Il prestigioso riconoscimento di Nuvolaverde con Confindustria, Gruppo 24 Ore in collaborazione con il Salone della CSR e dell’innovazione sociale sarà consegnato nel corso di un evento che propone una riflessione sul tema dell’Etica nell’Intelligenza Artificiale. All’incontro parteciperanno esponenti del mondo scientifico, accademico e giornalistico

ore 16-17
Mondo delle imprese e formazione
EVENTI (capitale relazionale)
Il rapporto tra istruzione, formazione e fabbisogni delle imprese deve migliorare: per farlo è necessario un maggior confronto tra le aziende, gli istituti scolasti e l’università.
Competenze tecnico-professionali ma anche soft-skills e competenze manageriali sono sempre più richieste dalle imprese. Ma il ruolo della scuola è fondamentale per formare nuove figure professionali anche dedicate alla sostenibilità. Nell’incontro vengono presentate alcune iniziative per cercare di colmare il gap tra mercato del lavoro e formazione.