Franco Aliberti

Franco Aliberti

La Fiorida

Chef

La carriera di Franco Aliberti (Scafati – SA, 1985) inizia molto presto, a 16 anni, quando lascia la sua città natale per trasferirsi a Salsomaggiore Terme.
Numerose le esperienze alle spalle di Aliberti, la cui carriera è costellata da una serie di riconoscimenti importanti: nel 2010 ha vinto il premio come miglior Chef Pasticcere per la Guida Identità Golose e nel 2011 per Guida ai Ristoranti d’Italia de Il Sole 24 Ore; nel 2012 ha ricevuto il premio come Miglior Chef Under 30 dalla Guida Identità Golose. Al termine degli studi il lavoro a Parigi nel ristorante di Alain Ducasse, dove si forma attraverso il rigore della scuola francese.
Successivamente trascorre quattro anni nelle cucine di Massimiliano Alajmo a Le Calandre di Padova. Successivamente, Aliberti torna per circa un anno all’Erbusco di Gualtiero Marchesi con cui collabora anche all’apertura del Marchesino a Milano. Nel 2012 entra a far parte della brigata di Massimo Bottura, presso l’Osteria La Francescana, dove rimane fino ai primi mesi del 2013 in qualità di Pastry Chef.
Il 2014 l’anno che segna il preludio di una nuova avventura sulla riviera romagnola, ad inseguire il sogno di un locale. A Riccione, il 2 Aprile nei locali della vecchia lavanderia del Grand Hotel, apre ÈVVIVA, dolci e cucina a scarto zero. Nell’aprile del 2016 entra a far parte come Chef affiancando l’attuale Chef Gianni Tarabini a La Preséf ristorante insignito con una stella Michelin all’interno dell’Azienda Agricola de “la Fiorida” a Mantello, in Valtellina.

Partecipa a

2 ottobre 2018
Il vino (e il cibo) responsabili
17:00  -  18:00