Sostenibilità : 10 tendenze 2018

articolo di Nikos Avlonas, fonte CSR wire 10/1/18

Negli ultimi dieci anni, il temine sostenibilità è passato dalle sale riunioni alle aule di giustizia fino alle case dei consumatori. Così come il concetto è diventato più polare, anche le opportunità di sviluppo abbondano.
Ecco 10 tendenze da tenere d’occhio e a cui prepararsi nel 2018.

1. Il Ruolo della tecnologia – Tra smart grids, smart supply chain e traporti intelligenti come macchine e treni elettrici, si farà sempre più affidamento sull’Intelligenza Artificiale. Questo potrà essere un bene o un male, dipende da quanto i programmatori sapranno programmare la sostenibilità. Purtroppo, le ricerche mostrano che la Silicon Valley è ancora molto indietro mentre altri poli tecnologici si stanno facendo avanti.
2. Pianificazione urbana per affrontare il cambiamento climatico – Adesso che le assicurazioni hanno riconosciuto i rischi del cambiamento climatico, i governi locali dovranno prepararsi: le città costiere per l’innalzamento del livello del mare e qualunque altra città per il “disastro del giorno” – che sia un uragano, un tornado, una tromba d’aria, un incendio – dovranno mettere i piani di sostenibilità tra le priorità oppure si troveranno ad affrontare rischi incalcolabili.
3. Il gap culturale – Al di là di chi ha e chi non ha, aspettatevi una separazione tra chi fa e chi non fa: chi ricicla, chi non mangia carne, chi usa i sacchetti di plastica, chi non guida grandi auto, chi usa il carpooling. Riutilizzare comprando nei negozi di usato o comprare cose nuove in drogheria? Per fortuna, i venditori inizieranno ad offrire più prodotti sostenibili per attrarre entrambi.
4. Corporate breakdown of silos – Le aziende daranno sempre più valore all’integrazione delle politiche di sostenibilità nei vari dipartimenti, nelle linee di prodotti, nella ricerca e sviluppo, nella produzione, nelle infrastrutture, in tutto! In ogni fase della catena di fornitura, come un imperativo per il mercato internazionale o per la riduzione dei rischi, integrare la sostenibilità diventerà essenziale per risolvere alcuni problemi e aumentare il profitto.
5. Aumento della trasparenza – Con la crescente diffidenza nei confronti dei media, le imprese, le ONG e i governi dipenderanno sempre più da certificazioni esterne sulla loro sostenibilità. Dal momento che gli stakeholder diventeranno diffidenti e disillusi, i report di sostenibilità dovranno garantire se stessi: numeri reali, niente greenwashing, obiettivi quantificabili. Tutto verificabile attraverso una fonte esterna.
6. Collaborazione tra aziende – Molte delle sfide di oggi sono troppo difficili da poter affrontare da soli. Una fetta ancora più grande di aziende – e concorrenti – si metteranno insieme per far avanzare il cambiamento, come hanno fatto Danone e Nestlé quando hanno creato la NaturALL Bottle Alliance.
7. Collaborazione con i consumatori – Riconoscendo la forza dei numeri, le aziende di specifici settori continueranno ad allearsi per accelerare il progresso in alcuni campi. Ad esempio, l’industria dell’alimentare sta adottando il principio di trasparenza: i colossi Hershey e Panera forniscono ai consumatori informazioni aggiuntive sui prodotti, quindi non solo sugli aspetti nutrizionali, ma anche sul tipo di produzione (biologico, non OGM), sui trasporti, gli imballaggi e le iniziative di sostenibilità.
8. Influenza della generazione Z – La generazione Z porterà le aziende ad alti livelli. Come i Millennial, la generazione Z è attenta all’impatto che le aziende hanno sul mondo. In uno studio di i4cp (https://www.i4cp.com/productivity-blog/2015/12/16/new-i4cp-research-93-of-gen-z-says-societal-impact-affects-where-they-work), il 93% del campione della generazione Z ha dichiarato che l’impatto che le aziende hanno sulla società influenza le loro decisioni sia nella ricerca del lavoro sia nelle scelte d’acquisto.
9. Allineamento delle aziende agli SDGs – Con gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) tutti i membri delle Nazioni Unite sono chiamati a crescere tutelando il pianeta. Allineandosi ai 17 obiettivi e ai sottobiettivi, le aziende subentreranno in molte iniziative di sostenibilità. Gli SDGs andranno a cambiare e valorizzare i futuri rapporti di sostenibilità.
10. Più lavori nel campo della sostenibilità – Non solo nelle grandi aziende si apriranno nuove opportunità di lavoro legate alla sostenibilità, ma anche nelle benefit corporation e nelle startup green.