Perugia

Le rotte della sostenibilità
14 marzo 2018
ore 9
Università di Perugia
AULA 1 – Dipartimento di Scienze Politiche – Via Pascoli 20

La 5° tappa del Salone, che segna il “giro di boa” del percorso nei territori, è stata organizzata a Perugia in collaborazione con l’ateneo locale. Al gruppo di lavoro hanno partecipato, oltre a tre dipartimenti dell’università (Scienze politiche; Economia; Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione), anche Camera di Commercio di Perugia, Circuito Umbrex, Legacoop Umbria, Confcooperative Umbria, Banca Popolare Etica, GBS – Gruppo ricerca Bilancio Sociale, Gruppo Tecnico RSI Confindustria.

Sono stati otto gli interventi delle “Rotte della sostenibilità”: imprese, fondazioni, organizzazioni non profit hanno portato le loro esperienze.

L’incontro è stato aperto da Alessandra Pioggia, presidente del corso di laurea di Scienze Politiche e da Rossella Sobrero che, a nome del Gruppo promotore del Salone, ha presentato il programma della giornata e ricordato il percorso che porterà all’edizione nazionale a Milano il 2 e 3 ottobre 2018.

Anche gli interventi dei relatori di Perugia sono stati caratterizzati da un hasthag.

#FILIERA
Marco Cardinalini, Product Manager Cardinalini & C, ha presentato il Progetto T.U.N.  Tessile Umbro Naturale con l’obiettivo di creare una filiera innovativa nei settori dell’allevamento e dell’agricoltura per la produzione di fibre naturali e la realizzazione di un prodotto naturale a km zero, 100% made in Umbria.

#CULTURA
Jacopo Orlando, Public Affairs & Project Development Manager Gruppo Aboca, ha  ricordato che per Aboca la sostenibilità è inserita nel modello di business. Ha presentato fra gli altri il Progetto Valtiberina per promuovere la riforestazione di alcune aree della valle con l’obiettivo di compensare le emissioni legate alla mobilità delle flotte aziendali e delle auto private dei cittadini.

#FOODWASTE
Cassio Filippucci, Business Development Regusto, ha presentato una app per la riduzione degli sprechi che viene personalizzata per enti e aree commerciali e un portale e-commerce con proposte alimentari di qualità a prezzo scontato.

#EQUITÀ
Eleonora Bellu, Fondazione La Città del Sole, ha illustrato alcune iniziative in particolare il progetto PRISMA (Progetto di Reti Integrate Salute Mentale e Autonomie) per rispondere alle esigenze delle persone con problemi psichici e mentali. Ha ricordato che a Perugia sono state attivate 7 case dove ogni utente psichiatrico vive con persone portatrici di un bisogno abitativo.

#IMPATTO
Mauro Giuliani, Consigliere di Amministrazione Fondazione Nice to meet you, ha presentato una riflessione sull’impact investment e ha illustrato un’iniziativa concreta: un piccolo coworking all’interno di un borgo medioevale, realizzato recuperando alcuni locali storici in disuso. L’aspetto sociale è rappresentato dal fatto che da circa un anno tre aziende di servizi innovative, che occupano un totale di 15 postazioni di lavoro, si sono trasferite e operano in un contesto socio economico in declino, e la misurabilità risulta da fatto che la gestione economica corrente è positiva (come saldo di costi di gestione e ricavi per l’affitto degli spazi) e il surplus generato viene reinvestito in iniziative del territorio.

#INTEGRAZIONE
Gabriele Biccini, cooperativa Asad, Progettista e ideatore Forgiamo, coordinatore del progetto per l’Umbria, ha illustrato l’iniziativa realizzata in collaborazione con gli oratori di Perugia, Verona, Agrigento per sviluppare i talenti dei ragazzi. I giovani vengono accompagnati in un percorso formativo finalizzato in alcuni casi a creare una start up.

#DIGITALE
Andrea Cruciani, CEO di TeamDev, ha presentato Agricolus, una piattaforma web per lo smart farming (coltivazione intelligente) che rende semplice per gli agricoltori l’utilizzo delle tecnologie più innovative e permette di ottimizzare le coltivazioni, prevendendo con grande precisione la probabilità di infestazioni di insetti o ottimizzando l’utilizzo di trattamenti o irrigazioni, in base alle effettive esigenze del singolo appezzamento di terra. Ha ricordato che la sua organizzazione si ispira all’economia della comunione.

#INNOVAZIONE
Alessandra Di Genova, Sustainability Italy, Referente progetti sostenibilità Area Centro Enel, ha proposto una panoramica sull’impegno dell’azienda soffermandosi sul “Piano di sostenibilità Abruzzo e aree sisma” che prevede una prima fase di donazione di 65 gruppi di continuità alla Regione Abruzzo (assegnati ad altrettanti paesi della Regione) perché siano utilizzati nelle situazioni di emergenza. Obiettivo è assicurare l’alimentazione di energia elettrica dei centri operativi comunali anche in caso di eventuali black-out dovuti ad eventi non prevedibili e rilevanti sul piano dei potenziali disagi alla popolazione. L’installazione presso tutti i Comuni, è stata ultimata il 3 marzo 2018.

La tavola rotonda finale, coordinata da Luigi Cimmino (professore ordinario Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione dell’Università di Perugia), ha visto la partecipazione di Fabiola De Toffol (Circuito Umbrex), Sergio Filippi (Consigliere Delegato Aris), Antonello Marcucci (Presidente Consiglio di Amministrazione Umbra Group) e Giacomo Zurlo, neo-laureato dell’Università di Perugia.

Scarica il programma

Leggi il report di Giacomo Zurlo

Scarica le presentazioni

Marco Cardinalini, Product Manager Cardinalini & C.
Marco Casodi, Responsabile Progetti speciali Fondazione La Città del Sole
Jacopo Orlando, Public Affair & Project Development Manager Gruppo Aboca
Cassio Filippucci, Business Development Regusto
Mauro Giuliani, Consigliere di Amministrazione Fondazione Nice to meet you
Gabriele Biccini, Cooperativa Asad
Andrea Cruciani, CEO TeamDev e Agricolus
Alessandra Di Genova, Sustainability Italy – Referente progetti sostenibilità Area Centro Enel


In collaborazione con