Torino

Le rotte della sostenibilità – seconda tappa
31 gennaio 2018 – ore 9.30
Cavallerizza Reale, via G. Verdi 9

Torino ha ospitato il 31 gennaio la prima tappa 2018 del Giro d’Italia della CSR, un viaggio alla scoperta di organizzazioni sostenibili, progetti innovativi, partnership di valore nei diversi territori. Un percorso avviato per la 6° edizione de Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale che toccherà 10 città e si concluderà con l’edizione nazionale a Milano il 2 e 3 ottobre in Bocconi.

L’evento dal titolo Le rotte della sostenibilità ha visto i relatori affrontare diversi temi accomunati dall’idea che sostenibilità e innovazione sono fattori importanti per la competitività delle imprese ma anche per le organizzazioni del Terzo Settore.

L’incontro è stato aperto da Sergio Scamuzzi (vice rettore dell’ateneo torinese), Giuliana Fenu (dirigente della Regione Piemonte) e Rossella Sobrero del Gruppo promotore de Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale.

Tutti gli interventi sono stati caratterizzati da un hasthag. Nel primo, # TERRITORIO, Davide Longo di Enviroment Park ha presentato il progetto Borghi sostenibili: sono 24 i luoghi coinvolti in diverse parti della regione dalla pianura alla montagna. Un aspetto interessante: i sindaci invitano i turisti/visitatori a vivere il borgo come loro, una vera “comunità ospitante” che propone l’esperienza di conoscenza con percorsi in bicicletta, passeggiate, arrampicate etc. L’esempio di una dimensione di turismo slow che si va perdendo.
Nel suo intervento #COMUNICAZIONE Veronica Rossi di Lavazza ha presentato attraverso un video l’iniziativa del calendario dedicato all’Agenda 2030. Un modo per raggiungere un pubblico ampio e sensibilizzare le persone sull’urgenza del cambiamento.
Elena Flor di Intesa Sanpaolo con # IMPEGNO ha affrontato due temi: l’impegno ambientale (Green Bond e azioni interne come il piano ambientale per la riduzione delle emissioni) e l’impegno per i diritti umani. Il gruppo ha approvato di recente una policy sui diritti umani.
Di #TRASPARENZA ha parlato Laura Corazza dell’Università di Torino presentando il bilancio sociale dell’ateneo e ricordando l’importanza del processo partecipativo che ha portato alla realizzazione dello strumento.
Francesco Moneta, a nome del Consorzio di Tutela del Gavi, con #AGRICOLTURA ha sottolineato l’importanza del settore vitivinicolo per l’economia italiana e in particolare del Piemonte. Ha ricordato l’attività e il ruolo del Consorzio e presentato il premio che a maggio 2018 collegherà CSR e mondo del vino.
Francesca Riccardi dell’Università di Torino con #BENICOMUNI ha ricordato come le discipline del management devono oggi affrontare una nuova sfida: quella della gestione dei beni comuni per costruire relazioni con persone e comunità. È necessario quindi che l’università prepari i manager anche con percorsi formativi su questo tema.
Di novità sul #MERCATO ha parlato Valeria Fazio di DNV GL che ha affrontato il tema della sostenibilità e della tracciabilità della filiera e illustrato lo standard internazionale Acquisti sostenibili ISO 20400, linee guida applicabili da qualsiasi organizzazione.
Sul tema della #INNOVAZIONE, con particolare riferimento alle start up impegnate in progetti di valore sociale, è intervenuto don Danilo Magni che ha presentato l’attività di SocialFare.

La tavola rotonda finale, coordinata da Enrico Sorano dell’Università di Torino ha visto la partecipazione di Mario Calderini (Politecnico di Milano e ispiratore dell’iniziativa Torino Social Impact), Roberto Strocco (Unioncamere Piemonte), Anna Di Mascio (Forum Terzo Settore Piemonte) e Marco Saraceno (studente AIESEC Torino). Due i focus del confronto: l’importanza delle partnership, sottolineata anche dall’Obiettivo 17 dell’Agenda 2030, e la necessità di innovare coniugando sviluppo economico e sostenibilità.

Leggi il report di Marco Saraceno

Scarica il programma

Guarda il WALL OF TWEET

Scarica le presentazioni

Laura Corazza, Ricercatrice Università degli Studi di Torino
Valeria Fazio, Sustainability Services Development Manager, DNV GL
Elena Flor, Responsabile Servizio Corporate Social Responsibility Intesa Sanpaolo
Davide Longo, responsabile progetto Borghi sostenibili, Environment Park
Francesco Moneta, Responsabile Laboratorio Gavi, Consorzio Tutela del Gavi
Francesca Ricciardi, referente Smart Commons Lab, Dipartimento di Management di Torino

 

Con la collaborazione di