Udine

Le rotte della sostenibilità – terza tappa
14 febbraio – ore 9.00
Palazzo Antonini – Sala Gusmani – via Petracco, 8

La tappa di Udine, la terza dell’edizione 2018 del Giro d’Italia della CSR, è stata organizzata in collaborazione con Animaimpresa e l’Università di Udine.

L’incontro è stato aperto da Alberto Felice De Toni, Rettore dell’ateneo che ha sottolineato la necessità di innovazione e sostenibilità e ricordato l’impegno dell’università che aderisce anche alla rete RUS (Rete Università Sostenibili).

Sono intervenuti anche Fabio Pettarin (presidente Animaimpresa) e Rossella Sobrero del Gruppo promotore de Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale.

Come in tutte le tappe, gli interventi dei relatori del panel “Le rotte della sostenibilità” sono stati caratterizzati da un hashthag.

Nel primo, #TERRITORIO, Renato Mascherin, Presidente Consorzio Ponterosso, ha sottolineato la capacità del consorzio di rispondere alle esigenze delle imprese del territorio: asili nido, servizi per le persone, attenzione all’ambiente.

Di #AGRICOLTURA ha parlato Elena Parovel, Titolare dell’azienda di famiglia, che nel suo intervento ha raccontato come l’impresa interpreta il rapporto con il territorio. Per esempio ospitando eventi culturali, promuovendo la conoscenza di olio e vino di qualità, valorizzando la cultura della minoranza slovena.

Anna Villari (Responsabile CSR e Prodotti Editoriali A2A) ha raccontato l’impegno dell’azienda sul fronte #ENGAGEMENT sottolineando l’utilità dell’ascolto. In particolare ha illustrato l’esperienza del forum di ascolto multistakeholder utilizzato a Udine nel dicembre 2017 per definire i temi prioritari per il territorio. I partecipanti hanno scelto il tema dello sviluppo del turismo sostenibile sul quale verrà lanciata a marzo una call.

Nel suo intervento Mario Minoja, docente dell’Università di Udine, ha sottolineato l’importanza di integrare la sostenibilità nelle strategie di business delle imprese.

Di #COOPERAZIONE ha parlato Piero Petrucco, Vicepresidente I.CO.P, che ha raccontato un progetto di cooperazione realizzato nel Sud Sudan, iniziativa che si caratterizza per innovazione, dimensione multistakeholder e rilevanza dei risultati.

Eva De Marco, con l’hashtag #INNOVAZIONE, ha presentato Orto in tasca sottolineando anche la collaborazione con Animaimpresa nella lotta allo spreco alimentare.

#TRADIZIONE: Roberto Nocera, Direttore Generale di La San Marco ha focalizzato l’attenzione su un progetto sociale realizzato in Thailandia.

La tavola rotonda finale, coordinata da Francesco Marangon dell’Università di Udine ha visto la partecipazione di Fabrizio Cattelan, Vicepresidente Confindustria Udine; Guido Nassimbeni, Presidente Vicino Lontano; Fabiana Vidoz, Membro giunta regionale Manageritalia; Costanza de Angelis, Laureanda Università di Udine, sede di Gorizia. Due i focus del confronto: l’importanza delle partnership, sottolineata anche dall’obiettivo 17 dell’Agenda 2030, e la necessità di innovare coniugando sviluppo economico e sostenibilità.

Leggi il report di Chiara Ricci

Scarica il programma

Modello Nordest – la puntata di Reteconomy

Con la collaborazione di