Aeroporti di Roma

Aeroporti di Roma gestisce e sviluppa un sistema aeroportuale (Fiumicino e Ciampino), efficiente e leader a livello internazionale, porta di ingresso in Italia per milioni di passeggeri e motore per lo sviluppo del Paese e del suo Territorio. Nonostante l’impatto della crisi pandemica sul settore, ADR continua a rafforzare la propria mission aziendale sui fronti strategici della qualità, sicurezza, innovazione, sostenibilità ambientale e sociale. In quest’ottica, l’ingresso di ADR nel Global Compact delle Nazioni Unite, testimonia l’impegno del Gruppo sui temi ambientali e la volontà di integrare, in maniera sempre crescente, la sostenibilità nel proprio core business. Nel 2020 l’UNWTO ha voluto premiare ADR con un riconoscimento ufficiale sulla sostenibilità.


THE CAREPORT – Persone, Ambiente e Sviluppo per una Terra che cambia. Il Piano di Sostenibilità 2021-2025

La crisi pandemica, pur avendo rappresentato un momento di forte difficoltà per il settore, ha offerto l’opportunità di intraprendere una riflessione a lungo termine sul futuro del trasporto aereo e di gestire con proattività la crisi in maniera sostenibile e inclusiva. Oltre alle innovative misure di sicurezza e prevenzione, ADR è stato il primo aeroporto in Europa ad avviare la sperimentazione dei Protocolli Covid-tested e si è messa a disposizionale delle Istituzioni per realizzare il più grande hub sanitario del Lazio. Inoltre, nel 2021, Aeroporti di Roma ha deciso di concretizzare il proprio impegno attraverso la definizione del nuovo Piano di Sostenibilità 2021-2025 che si basa su tre pilastri:
Persone, Ambiente e Sviluppo, strettamente legati tra loro in una logica circolare dal più ampio concetto di Inclusività.
ADR, infatti, pone al centro della strategia non soltanto la sostenibilità ambientale, importante per un settore ad alto impatto come quello dell’aviazione, ma anche la sostenibilità sociale e lo sviluppo delle infrastrutture e della mobilità in chiave sostenibile. Da qui l’idea di dare una forma riconoscibile a questa sua visione strategica attraverso il logo The Careport che proprio nel suo payoff “PERSONE, AMBIENTE E SVILUPPO PER UNA TERRA CHE CAMBIA” sintetizza il nostro concetto di aeroporto sostenibile, innovativo e genuinamente inclusivo, in costante dialogo con le esigenze del Territorio e della sua Comunità.
Sono già molte le azioni intraprese, in corso e in via di sviluppo nell’ambito del nuovo Piano di Sostenibilità: dalle iniziative volte a diminuire l’impatto ambientale attraverso la riduzione dei consumi e lo smaltimento del 98% dei rifiuti, alla finanza sostenibile con l’emissione di un primo Green Bond e di un successivo Sustainability Linked Bond – per finanziare progetti legati alla transizione energetica degli scali – alle attività sul campo in collaborazione con l’Amministrazione locale rivolte al benessere delle Comunità. Su questa scia ADR si è prefissata, tra gli altri, alcuni obiettivi importanti e ambiziosi a cui sta già lavorando: decarbonizzare gli aeroporti attraverso il traguardo del Net Zero Carbon 2030, in anticipo di 20 anni rispetto al target di settore; realizzare un Piano di Sviluppo che preveda  infrastrutture “green”, certificate secondo i migliori standard internazionali (Lead, Breeam, ecc.), minimizzi il consumo di nuovo suolo e sviluppi soluzioni di mobilità sostenibile; assicurare il reimpiego del 100% dei rifiuti prodotti secondo un approccio circolare alla gestione degli aeroporti; valorizzare e coinvolgere il Territorio, cooperando per lo sviluppo di iniziative mirate al benessere della Comunità locale e aeroportuale.

La sostenibilità per ADR
Bilancio di sostenibilità 2020
Obiettivi di sviluppo sostenibile
Eventi ADR sulla sostenibilità