Il programma

Innovazione sostenibile e consumatore digitale
Grazie alla tecnologia sta cambiando la relazione tra impresa e consumatore: il web facilita l’interazione tra chi produce/distribuisce e chi acquista il prodotto o il servizio. Ma il consumatore digitale diventa anche più critico e cerca sempre più informazioni sulle performance sociali e ambientali di chi produce, sul ciclo di vita dei prodotti e dei servizi offerti etc. Nell’incontro verranno presentate alcune case histories di organizzazioni che operano in settori diversi.

Smart working vuol dire fiducia
Nel settore dei servizi quasi un’azienda su due ha scelto di aprirsi al lavoro agile, formula dove il rapporto di fiducia tra datore di lavoro e dipendente è fondamentale. Una modalità apprezzata dai lavoratori che aumenta motivazione e produttività e quindi migliora la competitività dell’organizzazione. Ma come superare le difficoltà legate ad eventuali investimenti tecnologici e organizzativi? Nell’incontro si confronteranno alcune imprese che attraverso le loro esperienze metteranno in luce opportunità e criticità dello smart working.

Essere sostenibili conviene: l’esperienza di alcune imprese
Quanto vale la sostenibilità per ingaggiare i clienti? Recenti ricerche dimostrano che le imprese che investono di più in sostenibilità sono quelle che hanno maggiori ricadute positive rispetto ai clienti. L’incontro sarà l’occasione per un confronto tra imprese di settori diversi che hanno adottato strategie efficaci per coinvolgere e fidelizzare i consumatori.

Welfare aziendale, ripensare il benessere organizzativo
Per le imprese CSRoriented il benessere organizzativo sta diventando un argomento sempre più al centro dell’attenzione. Come migliorare le relazioni tra l'azienda e i suoi collaboratori? Quali azioni e quali incentivi prevedere per sviluppare il potenziale dei dipendenti e migliorare la conciliazione dei tempi vita-lavoro? L’incontro è l’occasione per un confronto tra organizzazioni che hanno avviato iniziative innovative in tema di welfare aziendale.

L’importanza delle PMI all’interno delle filiere green
Il dibattito sulla necessità di implementare strategie di sostenibilità socio‐ambientale anche nelle piccole e medie imprese è stimolato spesso dalla necessità delle grandi imprese di poter contare su filiere sostenibili.
Alla mancanza di risorse e strutture dedicate le PMI rispondono con flessibilità e capacità di contribuire allo sviluppo del territorio grazie al legame con la comunità locale. Nell’incontro si confronteranno imprese di dimensioni diverse che hanno un obiettivo comune: migliorare la competitività anche attraverso percorsi condivisi di sostenibilità.

Valorizzare la diversità tra integrazione e innovazione
La complessità della società attuale si ripropone anche all’interno delle organizzazioni pubbliche e private. Favorire l’espressione della diversità e valorizzare le differenze consente non solo di migliorare le performance dell’organizzazione ma di rispondere meglio alle richieste di un mercato in rapida evoluzione. Nell’incontro si confronteranno idee e buone pratiche in tema di valorizzazione delle diversità e di inclusione nel mondo del lavoro.

Il controllo della filiera e il contrasto al lavoro nero
Il contrasto al lavoro nero, in particolare nel settore agroalimentare, parte dal controllo della filiera. Un impegno che vede alcune imprese responsabili impegnate in prima fila per contrastare il fenomeno del caporalato, lo sfruttamento dei lavoratori, l’illegalità. Nell’incontro si affronterà un tema “scomodo” ma purtroppo sempre attuale e di cui si parla troppo poco.

La spinta gentile: tecnologie per comunità sostenibili
La sensibilità ambientale può essere aiutata attraverso una “spinta gentile”. Dare per esempio un incentivo, una gratificazione ai cittadini che adottano comportamenti sostenibili può aiutare anche se non dovrebbe essere la motivazione principale che spinge a compiere queste azioni. Nell’incontro si confronteranno alcune realtà che hanno previsto, anche grazie all’aiuto della tecnologia, un “ritorno” per coloro che mettono in atto comportamenti sostenibili.

Coesione sociale e sviluppo del territorio
Promuovere nuove politiche di inclusione che attenuino le fratture sociali consente ai territori di crescere e svilupparsi. Nell’incontro si metteranno in luce alcune esperienze che hanno permesso ai cittadini di godere di diritti e accedere a servizi e contemporaneamente alle organizzazioni di fare della coesione sociale un fattore di inclusione, integrazione e sicurezza.

Profit e non profit: strategie per alleanze efficaci
La collaborazione tra imprese e organizzazioni non profit è passata dalla charity alla progettazione condivisa. L’incontro è finalizzato a valorizzare iniziative interessanti su nuove modalità di collaborazione per lo sviluppo del territorio e del Paese.

L'impegno delle imprese all'interno delle carceri: tra solidarietà e profitto
L’inserimento lavorativo delle persone in esecuzione penale sta diventando uno degli strumenti più efficaci di collegamento tra "il dentro" e "il fuori" dal carcere. Nell’incontro si confronteranno le esperienze di organizzazioni, non solo imprese sociali, che stanno realizzando progetti con risultati positivi.

Heritage marketing: il ruolo dei musei aziendali
Valorizzare il patrimonio storico delle imprese può rappresentare anche una risorsa strategica per il territorio. I musei aziendali stanno diventando sempre di più occasioni per coinvolgere la comunità dove l’impresa opera oltre che strumenti di marketing, branding e comunicazione. L’incontro è l’occasione per un confronto tra diverse esperienze sul tema.

Beni confiscati alla mafia: quale futuro?
Il tema dei beni confiscati – che comprendono oltre a immobili anche aziende – è molto attuale e coinvolge diversi soggetti, dalle amministrazioni pubbliche alle imprese alle cooperative sociali. Nell’incontro verranno presentate diverse esperienze di recupero e utilizzo in particolare in Lombardia.

Economia circolare, nuovi importanti obiettivi
Entro il 2030 i Paesi europei dovranno riciclare il 65% dei rifiuti urbani e il 75% degli imballaggi prodotti. E saranno tenuti a non inviare in discarica più del 10% dei rifiuti domestici. L’UE introdurrà, per esempio, criteri di durevolezza, riciclabilità e riparabilità per gli elettrodomestici, cercherà di combattere il fenomeno della obsolescenza programmata etc. Nell’incontro si discuterà di come raggiungere gli obiettivi previsti e degli standard di qualità che le materie prime seconde dovranno rispettare.

Volontariato d’impresa, strumento di engagement
Sono sempre più numerose le organizzazioni e le imprese che cercano di coinvolgere i collaboratori in attività di volontariato sul territorio. Un’iniziativa utile per far conoscere le realtà che operano nel terzo settore e sensibilizzare anche i giovani. L’incontro proporrà un confronto tra imprese impegnate nello sviluppo di progetti di volontariato, organizzazioni che cercano nuovi volontari, associazioni di studenti etc.

Conflitti ambientali: dal confronto alla mediazione
Diffondere la cultura del dialogo e della partecipazione anche nell'ambito dei contenziosi che riguardano l'ambiente: un obiettivo per risolvere molti dei problemi che impediscono lo sviluppo di alcuni territori. Appare sempre più urgente estendere l'applicazione dell'istituto della mediazione civile ai conflitti ambientali. Nell’incontro si farà il punto sulla mediazione delle controversie legate al tema dell'ambiente con particolare attenzione al territorio milanese.

Lotta alla ludopatia, un impegno per le organizzazioni responsabili
Il tema del gioco d’azzardo non riguarda solo gli enti pubblici: oggi anche alcune imprese private si stanno impegnando per combattere un fenomeno che ha costi sociali elevati e può creare problemi anche alla coesione sociale. Nell’incontro si confronteranno alcune imprese e enti che ha messo in atto importanti iniziative per combattere questo fenomeno che in molti casi si trasforma in dipendenza.

L’impresa di domani? Più sostenibile e inclusiva
Saper coniugare sviluppo economico e impegno ambientale è diventato fondamentale per ogni organizzazione. Perché essere sostenibili non migliora solo le performance delle organizzazioni ma lo sviluppo dell’intera società. Ma alle organizzazioni si chiede di essere anche inclusive perché non si può pensare alla crescita senza avere come obiettivo anche la coesione sociale e la riduzione delle differenze. Nell’incontro se ne parlerà con soggetti pubblici e privati impegnati in percorsi di sostenibilità ambientale e sociale.

Sostenibilità ambientale: qual è il valore per giovani e imprese?
Un confronto aperto e interattivo tra giovani e imprese sul valore attribuito alle strategie di sostenibilità ambientale. L’incontro sarà l’occasione per conoscere diverse esperienze di aziende impegnate da anni in percorsi sostenibili e l’opinione dei giovani universitari che si devono avvicinare per la prima volta al mondo del lavoro.

Il ruolo delle infrastrutture per la crescita del Paese
Il ruolo di chi si occupa di infrastrutture è fondamentale non solo per le sviluppo del Paese ma anche per la crescita della sostenibilità. In molte importanti organizzazioni sta diventando centrale coniugare la salvaguardia dell’ambiente con la gestione di un’attività che per sua natura ha un impatto sull’ambiente. Nell’incontro si discuteranno gli aspetti più significativi del cambiamento avvenuto in questi ultimi anni e le prospettive per il futuro.