Firenze

Le rotte della sostenibilità
10 aprile – ore 9.30
Università degli Studi di Firenze
Polo delle scienze sociali – Aula Magna, edificio d6, Via delle pandette 9

La 7° tappa del Salone è stata organizzata a Firenze in collaborazione con l’ateneo locale.
Dopo i saluti di Gaetano Aiello (Direttore Dipartimento di Scienze per l’Economia e l’Impresa dell’Università di Firenze), di Ugo Bardi (Responsabile del Comitato sostenibilità di ateneo) e di Rossella Sobrero (intervenuta a nome del Gruppo promotore Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale), è iniziato il panel “Le rotte della sostenibilità”.

#mercato
Susanna Bellandi, Global Creative & Communication Director Sofidel, ha illustrato gli obiettivi di sostenibilità del Gruppo, il principale produttore italiano e tra i più importanti del mondo di carta tissue per uso igienico e domestico. L’azienda, che ha fatto della sostenibilità un fattore strategico di sviluppo culturale e di crescita competitiva, utilizza oggi il 100% di cellulosa certificata e consuma mediamente 7 litri di acqua per ogni chilogrammo di carta prodotta, rispetto ad un settore che usa mediamente fra i 15 e i 25 litri per ogni kg di carta. L’utilizzo di acqua riciclata per operazioni che originariamente prevedevano l’uso di acqua fresca, sistemi di pompaggio con tenute a secco, il ricorso ad acque meteoriche sono ulteriori esempi di attività che l’azienda mette in campo per un uso sempre più attento e consapevole della risorsa idrica, una delle più preziose e non a caso oggetto dell’obiettivo 6 dell’Agenda 2030. E sempre nell’ottica di rendere la catena di fornitura più sostenibile, Sodifel ha istituito un premio per i fornitori più virtuosi o maggiormente impegnati in percorsi di sostenibilità.

#evoluzione
Jacopo Orlando, Public Affairs & Project Development Manager del Gruppo Aboca, ha presentato il passaggio a società Benefit di Afam farmacie comunali Firenze. L’iniziativa intende perseguire ancora di più finalità di beneficio comune e operare in modo responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti di persone, territorio, ambiente e altri portatori di interesse. Un impegno che Afam persegue dal 1952 e che oggi diventa ancora più concreto ad esempio con la donazione al Comune di Firenze di due auto elettriche per supportare i servizi socio-sanitari e con l’utilizzo di veicoli elettrici per i trasporti interni; oppure con un servizio di interpretariato multilingue presso la Farmacia Santa Maria Novella e la presenza di mediatori culturali in farmacia per un supporto mirato ai principali gruppi etnici presenti in città, per facilitare la gestione dei problemi di salute e l’accesso al sistema sanitario di stranieri e turisti.

#territorio
Alfredo Rosini, direttore generale SEI Toscana, ha ricordato una serie di iniziative che l’azienda sta portando avanti nell’area servita. In particolare ha sottolineato la collaborazione con COOB, un consorzio di cooperative sociali di tipo B che si occupano di inclusione lavorativa. Il Consorzio si pone l’obiettivo di valorizzare le buone pratiche di inserimento lavorativo e di inclusione sociale di persone svantaggiate creando opportunità di lavoro stabili, favorendo l’accesso al lavoro di persone appartenenti alle cosiddette fasce deboli.

#prossimità
Renata Villa, Sustainability Planning and Performance Management, Sustainability and Institutional Affairs Italy Enel ha presentato “Incontri di Prossimità”, un’attività che da quasi due anni Enel sta sperimentando sul territorio italiano in partnership con Anse, l’Associazione nazionale dei Seniores Enel. L’iniziativa, realizzata anche con la collaborazione delle istituzioni e di alcune associazioni di volontariato prevede un ciclo di seminari informativi destinati in particolare agli anziani.

#fiducia
Alessandro Manzo, Product Manager and Auditor Certiquality, ha affrontato il tema della sicurezza sul luogo di lavoro non dal punto di vista tecnico ma psicologico facendo riferimento alla teoria di Simon Sinek. Il tema della fiducia è centrale per le organizzazioni socialmente responsabili. La sfida è essere capaci di raccontarsi senza filtri ricordando non solo i successi ma anche gli errori.

#qualità
Giovanni Cannas della Fattoria Lischeto nel suo intervento ha sottolineato la multifunzionalità delle aziende agricole, sulla qualità dei prodotti, sull’attenzione al sociale (fattorie didattiche, lavoro con i detenuti del carcere di Volterra etc.)

#persone
Donatella Turri, ha raccontato l’esperienza di Calafata, cooperativa agricola sociale che ha fatto della parola “riscatto” la sua chiave di lettura sulle cose e sul mondo. Riscatto del territorio: la maggior parte degli ettari di vigna, frutteto e orto che Calafata coltiva erano minacciati dall’incuria. Riscatto della terra e della natura: Calafata promuove coltivazioni biologiche e biodinamiche. Riscatto delle persone: Calafata impiega oltre 20 persone con contratti di lavoro e qualche altra decina con forme occasionali di lavoro o in esperienze formative, di stage. Almeno i due terzi sono persone con problemi di salute mentale, di dipendenza da sostanze, alcool, gioco, disabilità, percorsi migratori fragili e di iniziale inclusione, esperienze di carcere, soggetti over 50 bassamente qualificati. Valorizza il loro sapere, la loro manualità, rispetta le loro storie e riscatta la loro dignità grazie al lavoro.

L’incontro si è concluso con la tavola rotonda coordinata da Marco Tortora (FAIR -The Florentine Association of International Relations) dedicata al tema partnership con riferimento all’Obiettivo17 dell’Agenda 2030. Hanno partecipato Enrico Testi, Direttore Yunus Social Business Centre University of Florence; Jacopo Silei, responsabile marketing e comunicazione CNA Firenze; Filippo Toccafondi, membro del Direttivo Cesvot, Camilla Guasti, studentessa dell’Università di Firenze.

Scarica il programma

Leggi il report di Camilla Guasti

Ecco l’ateneo sostenibile – La puntata di Terzocanale Show

 

Scarica le presentazioni 

#fiducia (e cooperazione) – Alessandra Manzo, Certiquality
Enel e AnSe una partnership per il territorio – Renata Villa, Enel
Il futuro ora – Susanna Bellandi, Sofidel
Innovazione per la salute – Stefano Orlando, Aboca
Un’azienda al servizio del #territorio – Alfredo Rosini, Direttore Generale SEI Toscana

 

 


In collaborazione con